Perché il tuo istituto deve passare da videoproiettori non resistenti alla polvere a videoproiettori a prova di polvere

2018.09.03 by 

Il Times of India ha definito i livelli di inquinamento di Delhi (la capitale dell’India) come “apocalittici”. Oltre a tutte le cause artificiali, anche le cause naturali sono un fattore che li determina. Nell’estate del 2018, l’India del Nord ha visto un aumento senza precedenti delle tempeste di polvere.

Un altro articolo su Mongabay , una nota fonte di notizie e analisi legate all’ambiente, ha evidenziato che probabilmente, nei prossimi anni, i temporali intensi e le tempeste di polvere aumenteranno. La popolazione nelle aree colpite ha preso precauzioni iniziando a utilizzare maschere PM2,5 e PM10. Le maschere si vedono dappertutto durante i periodi con maggiore inquinamento e presenza di polveri.

Gli esseri umani non sono gli unici a rischio. Le apparecchiature elettroniche sono estremamente vulnerabili, in particolare i videoproiettori per la didattica non resistenti alla polvere. La polvere causa la rottura del videoproiettore e riduce la qualità dell’immagine, diminuendo l’impatto dell’apprendimento. Per migliorare l’efficienza dei responsabili dell’istruzione, le aziende produttrici di videoproiettori come BenQ hanno presentato videoproiettori a prova di polvere che garantiscono una qualità di apprendimento di altissimo livello anche negli ambienti più difficili.

I videoproiettori per la didattica resistenti alla polvere sono in una categoria diversa rispetto ai normali videoproiettori. La differenza tra i due non è solo in termini di affidabilità e prestazioni. Sono diversi anche nella realizzazione tecnica, nel TCO e negli ambienti di utilizzo. La tabella seguente fornisce un confronto punto per punto tra videoproiettori a prova di polvere e non resistenti alla polvere.

Con l’aumento degli investimenti in videoproiettori e apparecchiature multimediali interattive, specialmente in paesi esposti alle polveri e inquinati come l’India, è necessario considerare tutti i punti sopra citati. Le esigenze didattiche odierne richiedono ai videoproiettori di offrire le massime prestazioni con un TCO ridotto al minimo. Con un investimento iniziale di poco superiore, i videoproiettori per la didattica resistenti alla polvere aiutano le scuole a mantenere la promessa di un’istruzione di alta qualità. I costi di gestione sono minimi o trascurabili. Ciononostante, i budget limitati continueranno a spingere i maggiori leader dell’istruzione a optare per videoproiettori per la didattica meno cari e non resistenti alla polvere. Questo confronto garantirà almeno che ne vengano a conoscenza.

Come ha funzionato l’investimento del tuo istituto scolastico in videoproiettori resistenti alla polvere rispetto a quelli che non lo sono?

Serve aiuto?

Siamo qui per te in qualsiasi momento.

Contattaci

Hai domande o suggerimenti? Siamo lieti di ascoltarti.

Contattaci ora

Visualizza le nostre FAQ

Qui trovi le risposte alle domande che vengono poste più spesso.

Vai alle FAQ

Download

Trova i più recenti opuscoli, app, manuali, software e altro ancora.

Vai a Download