Stai al passo con il programma proteggendo la salute dei tuoi studenti

2020.04.07 by 

Uno dei settori in cui risulta più difficile integrare le attività a distanza è la scuola. Mantenere l’attenzione degli studenti in modalità remota per una classe che in alcune regioni può arrivare fino a 30+ studenti era impensabile prima dell’era digitale e ancora oggi pone numerosi problemi. Fare in modo che gli studenti siano dotati degli strumenti corretti e poter monitorare i loro progressi in modalità remota è essenziale per assicurarsi che rispettino il programma e continuino a migliorare secondo i piani.

Le dotazioni di base

Affinché gli studenti possano studiare da casa hanno bisogno di una strumentazione di base universale. Per garantire il necessario supporto, gli insegnanti hanno bisogno di sapere con quali strumenti stanno lavorando i loro alunni e come li stanno usando. Ecco perché è importante per le scuole concentrarsi su una lista di possibili alternative per definire la soluzione corretta nella loro specifica situazione.

Se la risposta a una delle domande qui sotto è no, allora la tua scuola ha bisogno di definire un piano per risolvere efficacemente la situazione. Per esempio verifica insieme ai dirigenti scolastici e agli editori e fornitori dei tuoi strumenti didattici tutte le soluzioni che si possono avere gratuitamente in prova. Una corretta ricerca e pianificazione degli strumenti farà davvero la differenza per insegnanti e studenti.

I passi successivi

Una volta installate le dotazioni di base e avviata la didattica a distanza è molto importante definire un metodo per monitorare l’andamento degli studenti, in modo che nessuno rimanga indietro. Ci sono molti modi per monitorare i risultati degli studenti ma lo strumento più importante sarà sempre la piattaforma di didattica a distanza selezionata, per esempio Snappet o Gynzy. La piattaforma ideale è quella che garantisce sia la gestione delle lezioni sia la presenza di esercizi interattivi e adattativi in modo che gli studenti possano essere monitorati in base al loro livello. Questo rappresenta un grandissimo aiuto per gli insegnanti nel momento in cui devono valutare i progressi dei loro studenti.

L’ideale è disporre anche di una piattaforma con cui gli studenti possono condividere i lavori creati da loro. Google Drive o OneDrive sono dei buoni esempi ma ci sono anche numerose alternative specificamente progettate per scopi didattici come Padlet. Avere la possibilità di condividere i propri lavori anche stando a casa sarà di grande stimolo per gli studenti e che conserveranno la motivazione per tutto il periodo in cui non potranno vedere i loro insegnanti e compagni di classe.

Durante la giornata gli studenti accumuleranno molte domande. Per evitare di interrompere troppo frequentemente l’attività didattica, riservate un’ora ogni giorno per rispondere a tutte le domande. Utilizzate una soluzione di videoconferenza come Google Hangouts Meet o Microsoft Teams per gestirle direttamente. Non dimenticate di riservare un po’ di tempo per il divertimento durante quest’ora: per esempio festeggiate un compleanno, assicurandovi che nessuno rimanga escluso.

Gli strumenti

Come abbiamo già visto in questo articolo, per superare positivamente questo periodo è importante scegliere la soluzione corretta. Trovare quella giusta può anche diventare una vera sfida, però: fortunatamente in rete esiste una lista completa in cui puoi trovare oltre 250 soluzioni didattiche gratuite disponibili in rete. È suddivisa in molte categorie quali scuole elementari, medie o superiori e per ogni soluzione trovi una chiara descrizione delle caratteristiche e di quello che può offrire. Se sei ancora alla ricerca di nuove soluzioni questo è il posto perfetto da cui partire.

Un ottimo strumento che consente la didattica a distanza è EZWrite Live . Questo potente software su base cloud consente a insegnati e studenti di lavorare simultaneamente sugli stessi esercizi e permette agli insegnanti di monitorare le prestazioni degli studenti anche a molti km di distanza. EZWrite Live offre agli insegnanti la possibilità di condividere il proprio schermo, permette agli studenti di modificare direttamente documenti condivisi o consente addirittura di avviare una video call individuale per dedicare maggiore attenzione agli studenti in difficoltà.

Se vuoi scoprire come BenQ può aiutarti visita il nostro sito o mandaci un’email.

Fonti:

https://www.kennisnet.nl/app/uploads/kennisnet/digitale-leermiddelen-toetsen/documenten/stroomschema-lesopafstand-po.pdf

https://www.weareteachers.com/free-online-learning-resources/

Serve aiuto?

Siamo qui per te in qualsiasi momento.

Contattaci

Hai domande o suggerimenti? Siamo lieti di ascoltarti.

Contattaci ora

Visualizza le nostre FAQ

Qui trovi le risposte alle domande che vengono poste più spesso.

Vai alle FAQ

Download

Trova i più recenti opuscoli, app, manuali, software e altro ancora.

Vai a Download